631: sinossi svelata.

631|sei occhi, tre prospettive, un posto vuoto
(Romanzo thriller)

Sinossi_Svelat_WP_4

Quando il corpo di una giovane donna viene ritrovato, in una fredda mattina d’autunno, in una Milano degli anni ’80, si pensa all’opera di uno squilibrato. L’ispettore Maffei, giovane funzionario della questura meneghina, si occuperà del caso. Saranno la sua caparbia volontà, la sua intuizione e un pizzico di fortuna a portarlo a collegare quell’omicidio ad altre morti irrisolte, legate tutte da un unico ed inspiegabile filo comune: la vicinanza con uno dei più importanti e famosi complessi musicali italiani.
I Pooh diventano così oggetto d’indagine. Tra canzoni, concerti e curiosi personaggi, si dipana una storia unica, sorprendente e coraggiosa.
Leggendo 631, ovvero “sei occhi, tre prospettive, un posto vuoto”, ci si ritroverà dietro le quinte, insieme ai componenti del più longevo complesso italiano. Si scopriranno i retroscena e le motivazioni di alcune canzoni, si capirà cosa è davvero la macchina Pooh, quella “macchina della musica” che da cinquant’anni accompagna le nostre vite.
“631| sei occhi, tre prospettive, un posto vuoto” è il biglietto per assistere a uno spettacolo e a una storia indimenticabile.


Omino_130_b

NdE  631 è un vero e proprio evento editoriale: la costruzione della storia, l’ambientazione e i personaggi fanno tutti parte d’una scenografia sulla quale si dipana il racconto in cui lo stile dell’autore, “pragmatico e coinvolgente”, si manifesta compiutamente rendendo questo thriller, unico. Nessuno ha mai osato tanto.
Gli ingredienti classici del giallo ci sono tutti ma quello che davvero qui appassiona è la piacevole scrittura, lo scorrere veloce della storia e la geniale idea, ossatura d’una trama, che viene plasmata come conseguenza d’una realtà che l’autore interpreta, modella e fa combaciare alla perfezione in un avvincente, e assai sorprendente, meccanismo narrativo.

Giorgio Tarantola

 

 

Questa voce è stata pubblicata in 631. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *